“Fiore euclideo” 2021

“Fiore euclideo” 2021

Euclide sorveglia dall’alto, e dal tempo! Rimira il fiore astratto e irreale, cioè innaturale, quindi mai esistito, ancorché inesistente seppure dotato di forme legnose concrete. Si rifà al suo libro sui cerchi, il terzo dei suoi Elementi. Anche il roteare dei punti sui bordi curvati, che se fossero numeri, non sarebbero altro che “immagine”; quelli che, non capiti, parevano imbroglio. Non manca un digitale meccanico, nascosto nel dettaglio elettro-fresato. Un fiore che trascende il reale, ma si può toccare con mano, è una magia duale che i moderni con grande conquista hanno ravvisato anche nell’arte.

Multistrato di Pioppo e Betulla di vari spessori. Residuo di lavorazione a CNC. Colori acrilici

Altezza 60, larghezza 43, spessore 7,3 cm